Mappa della Provincia Granda

Fondazione CRC

La Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, fortemente impegnata sui temi della società della conoscenza per favorire la competitività del territorio attraverso l’investimento sulle giovani generazioni, sostiene da tempo e in maniera attiva la presenza degli atenei in provincia di Cuneo e un loro specifico radicamento sul territorio, legato alle peculiarità e alle prerogative della realtà socio economica locale.

In particolare, il Documento Programmatico Previsionale per l’anno 2011 inserisce il tema degli atenei tra le priorità del settore Ricerca: “La Fondazione, in coerenza con le linee guida adottate in passato, conferma il suo impegno in favore di un accesso ampio e non discriminante alla formazione universitaria nella prospettiva di una crescita complessiva dei livelli di istruzione e di stimolo all’innovazione per lo sviluppo del territorio. Da questi orientamenti generali discende il sostegno della Fondazione agli insediamenti degli Atenei nella nostra provincia. La Fondazione vincola il suo impegno ad un effettivo radicamento delle attività universitarie sul territorio attraverso un significativo e duraturo investimento nella ricerca, accompagnato dalle necessarie razionalizzazioni imposte dalla riforma universitaria in corso e dalla limitazione di risorse disponibili nell’attuale congiuntura economica. La presenza universitaria dovrà rispondere, da un lato, alle esigenze di sviluppo del territorio e delle sue imprese e, dall’altro, alla crescita culturale e professionale non solo dei più giovani, ma anche di quanti già sono sul mercato del lavoro, senza però che ciò vada a discapito della qualità. A queste condizioni, la Fondazione si augura che gli Enti locali non si sottraggano alle loro responsabilità e che non neghino il loro contributo i soggetti del mondo economico locale, beneficiario diretto di un capitale umano di qualità.”

 

L’impegno della Fondazione riguarda sia la presenza dell’Università degli studi di Torino in provincia di Cuneo, sia l’insediamento monregalese del Politecnico di Mondovì. In particolare, la Fondazione partecipa con una dotazione annuale di 500 mila euro al finanziamento del Patto Locale, allegato alla Convenzione decennale con l’Università di Torino per l’incardinamento di 30 ricercatori e 21 docenti tra professori associati e ordinari, finalizzato all’insediamento di attività di ricerca sul territorio della provincia di Cuneo. Un impegno importante, mantenuto anche in una fase di contrazione delle risorse disponibili, basato sulla convinzione che solo una effettiva ed innovativa attività di ricerca mirata alle esigenze del territorio possa qualificare la presenza degli atenei in provincia di Cuneo.

Dall’altra, la Fondazione non ha fatto venir meno il proprio sostegno alla presenza monregalese del Politecnico di Torino, essendo impegnata in questi mesi nella progettazione di alcune attività finalizzate al rilancio della stessa. In particolare, a settembre 2011 la Fondazione si è resa disponibile a sostenere, insieme al Comune di Mondovì, la sperimentazione di una Struttura Decentrata di Supporto agli Studenti (SDSS) nell’area dell’ingegneria meccanica, partita con l’avvio dell’anno accademico 2011-2012.

 

Tali impegni si inquadrano nell’ambito del più generale sostegno della Fondazione alle attività di ricerca scientifica e tecnologica in provincia di Cuneo. In questo settore, il più importante strumento messo a disposizione dalla Fondazione per le attività di ricerca è il Bando Ricerca, giunto nel 2011 alla sua quarta edizione, finalizzato a favorire un collegamento tra i luoghi in cui si fa ricerca (Atenei, Centri di Ricerca) e le realtà operative del settore sanitario e del settore economico della provincia di Cuneo, finanziando progetti di qualità e dalle concrete ricadute territoriali. A fianco del Bando Ricerca si collocano le ricerche socio economiche che, gestite dal Centro Studi della Fondazione per monitorare e approfondire determinate tematiche di interesse legate allo sviluppo socio economico del territorio, hanno spesso attivato forme di collaborazione e partenariato con le sedi cuneesi dell’Università e del Politecnico.

Infine, la Fondazione accompagna il suo impegno sugli atenei con studi ed esplorazioni utili a fotografare la realtà in evoluzione della presenza universitaria in provincia di Cuneo, a beneficio di tutti i soggetti territoriali coinvolti: è del 2008 il primo studio promosso dalla Fondazione sulle sedi cuneesi dell’Università degli studi di Torino, reso disponibile con il Quaderno n. 8 della collana del Centro Studi (in versione pdf sul sito della Fondazione). Vi hanno fatto seguito nel 2009 lo studio sulla sede monregalese del Politecnico di Torino (Quaderno n. 6) e nel 2010 il Quaderno n. 8 sul futuro lavorativo delle giovani generazioni cuneesi, a partire dall’esperienza di quanti hanno frequentato la Facoltà di Scienze Politiche, presso la sede centrale o a Cuneo. Tutte e tre le ricerche sono state realizzate dalla sede di Cuneo della Facoltà di Scienze Politiche, così come quelle in corso sull’inserimento di capitale umano nel mercato del lavoro della provincia di Cuneo e sugli impatti economici dei decentramenti universitari.

 

Per maggiori informazioni sulle attività della Fondazione:

www.fondazionecrc.it

Contatto:

Centro Studi – dott.ssa Giulia Manassero

0171 452 773

Centro.studi@fondazionecrc.it